4 Agosto Ago 2018 1732 15 days ago

EUROPEI PISTA: Confalonieri d'oro nella Corsa a punti

Fantastico finale dell'azzurra che agguanta con il giro di vantaggio la testa della classifica - Argento per la biellorussa Savenka, bronzo alla russa Gulnaz - Il dettaglio delle altre prove degli azzurri

Confalonieri Medaglie

Glasgow (GBR) (4/08) - Che spettacolo! La giovane Maria Giulia Confalonieri regala all’Italia il secondo oro, dopo quello degli uomini nell’inseguimento a squadre (e terza medaglia, dopo l’argento femminile nel quartetto) in questi campionati Europei. L’azzurra riesce a conquistare il titolo europeo nella corsa a punti e rappresenta così la continuità dei talenti femminili azzurri in questa specialità, dopo Vera Carrara e Giorgia Bronzini, per citarne alcune.

La gara e la conquista del giro: Giulia sorprende le avversarie con una tattica perfetta
L’azzurra, tatticamente abile e naturalmente veloce e resistente, fino a 29 giri dei 100 in programma sprinta ma raccoglie pochi punti. A guidare la testa della classifica provvisoria la biellorussa Ina Savenka che, insieme a altre sei atlete hanno guadagnato il giro e i 20 punti preziosi. Maria Giulia sorprende tutte e la sua classe e tattica esplode: sui 29 giri dal termine, l’azzurra insieme alla belga Lotte Kopecky, vanno all’attacco e conquistano il giro. L’azzurra si proietta così nelle terza posizione in classifica provvisoria. Gli ultimi due giri vedono l’azzurra gestire al meglio le risorse e il punto che la separa dalla vittoria. Lo sprint finale, dove l’azzurra chiude al quarto posto, raccoglie i due punti utili per conquistare il titolo continentale. L’oro al collo di Maria Giulia (33 p.) è meritatissimo per tattica e sangue freddo: alle sue spalle la biellorussa Savenka (32 p.) e bronzo alla russa Badykova Gulnaz.

L'ANALISI DEL CT - Prosegue la soddisfazione del CT Salvoldi, che dopo l'argento di ieri nel quartetto donne conquistato contro una fortissima Gran Bretagna, arriva oggi l'oro nella corsa a punti: "Ero soddisfatto ieri e oggi lo sono particolarmente per Maria Giulia perché è una ragazza, atleta, che vorrebbero tutti in ogni squadra. E quando si conquista un successo individuale così meritato, la soddisfazione è doppia. E' il bello dello sport. La corsa era stata immaginata così e così è andata. Sembra facile: quello che c'è tra il dire ed il fare…lo ha messo tutto Maria Giulia"!.

La sessione pomeridiana ha visto anche altre gare in programma. Vediamole nel dettaglio:

Inseguimento individuale Donne – Martina Alzini, settima. Frapporti, undicesima
Buona la prestazione dell’azzurra Martina Alzini che chiude in qualifica con un crono di 3’37”881, che vale la settima posizione. Per Simona Frapporti un 11^ posto con 3’39”821. Il miglior tempo è stato registrato dalla britannica e plurititolata, Kate Archibald in 3’30”893. Questa sera, la sfida per l’oro vedrà la britannica e la biellorussa, Ina Savenka (secondo miglior tempo in qualifica) a confronto. Per il bronzo sarà lotta tra la francese Demay e la tedesca Stock.

Km uomini – Ottima top eight per Francesco Lamon
Nel km, a difendere i colori azzurri, oltre a Francesco Ceci, anche Francesco Lamon, fresco oro nel quartetto che segna un ottimo 1’01”342 conquistando la 6^ posizione e il pass nella finale ad otto. Peccato per Francesco Ceci che con un 1’03”101, (17esimo), non supera l’accesso per la finale.
Lo spunto veloce di Francesco Lamon esce anche nella finale a otto, dove, pur non essendo uno specialista di questa specialità ferma il crono a 1’01”680, guadagnandosi un top eigth di tutto rispetto! Conferma il suo potere l’olandese Matthijs Buchli, migior tempo in qualifica e oro in finale (1’00”134) davanti al tedesco Eilers, argento a soli 227 millesimi.

Velocità donne – Tanta esperienza per Vece e Manzoni
Nel settore veloce, si misurano le azzurre Miriam Vece e Gloria Manzoni.
Con i tempi di qualifica rispettivamente di 11.456 (19esima), e 11.749 (21esima), entrambe accedono ai sedicesimi.
Qui la stessa sorte aspetta le azzurre. Per Gloria la lotta è contro la spagnola Tania Calvio che con 11.923, la batte sulla linea di arrivo. Per Miriam Vece il confronto è con la belga Nicky Degrendele che ha la meglio (in 11.482). Per loro il campionato finisce qui ma vale una grande esperienza in chiave futura vista la loro giovane età. Il titolo europeo sarà assegnato nella sessione serale.

Omnium uomini
Parte a tutta il torneo dell’omnium del campione olimpico di specialità, che torna in pista dopo due anni, Elia Viviani.
Nella prima prova scratch, dopo un attacco a tre giri dalla fine dell’irlandese Felix, il gruppo torna compatto e Viviani trova la posizione corretta per sferrare il suo sprint vincente, guadagnandosi anche la testa della generale davanti al britannico Hayter e al francese Thomas (nella foto lo sprint). Nella seconda prova, il tempo race, Viviani conquista sedici punti ( in totale 56) e scivola dalla testa della provvisoria all’ottavo posto, guidata ora dal greco Volokasis a guidare ora la classifica (68 p.) davanti allo svizzero Imhof (64 p.) e al britannico Hayter (64 p.) Ma i giochi sono ancora apertissimi!

Live stasera dalle 20.00 su Rai Sport e Eurosport

Medaglie azzurre
ORO - Inseguimento a squadre uomini - Liam Bertazzo, Francesco Lamon, Filippo Ganna, Elia Viviani, Michele Scartezzini
ORO- Corsa a punti donne – Maria Giulia Confalonieri
ARGENTO - Inseguimento a squadre donne – Marta Cavalli, Letizia Paternoster, Elisa Balsamo, Silvia Valsecchi

Ufficio Stampa FCI

Segue aggiornamento

CLASSIFICA CORSA A PUNTI

  1. Maria Giulia Confalonieri (Italia) p. 33
  2. Ina Savenka (Blr) p. 32
  3. Gulnaz Badykova (Rus) p, 30
  4. Kirsten Wild (Ola) p. 27
  5. Lydia Gurley (Irl) p. 23
  6. Lotte Kopecky (Bel) p. 23
  7. Charlotte Becker (Ger) p, 23
  8. Ganna Solovei (Ucr) p. 21
  9. Verena Eberhardt (Aut) p. 20
  10. Jarmila Machacova (Cze) p. 20
  11. Pascale Jeuland (Fra) p. 19
  12. Elinor Barker (Gbr) p. 14
  13. Amalie Dideriksen (Dan) p. 8
  14. Maria Martins (Por) p. 5
  15. Nikol Plosaj (Pol) p. 3
  16. Tereza Medvedova (Svk) p, 0
  17. Lena Mettreaux (Svi) p. 0
  18. Irene Usabiaga (Spa) p. 0
  19. Ana M. Covrig (Rou) p. 0