31 Luglio Lug 2018 1226 2 months ago

Gli Europei Pista Juniores e Under 23 si terranno a Aigle

Dal 21 al 26 agosto. Lo ha comunicato l'Unione Europea di Ciclismo che si è attivata per trovare una soluzione dopo la chiusura del Velodromo di Montichiari. La FCI fornirà i commissari gara.

5B5f58dfcc5f8

Come è giunta la notizia della chiusura del Velodromo di Montichiari da parte delle autorità locali che avrebbe dovuto ospitare l'edizione 2018 dei campionati Pista Junior e Under 23, l’UEC si è immediatamente attivata per poter trovare un’alternatica. Questa mattina l’UCI ha dato il suo pieno accordo per organizzare i campionati continentali che si terranno al Centro Mondiale di Aigle (Svizzera) dal 21 al 26 agosto.

Rocco Cattaneo, Presidente dell'Unione Europea del Ciclismo: «Qualche giorno fa siamo stati informati della situazione del Velodromo di Montichiari e della perdita di un evento così importante come i Campionati Europei che sarebbe stato dannoso per l'intero mondo del ciclismo. Non appena abbiamo saputo che l'evento era stato cancellato, siamo stati contattati dal Presidente dell'Unione Cycliste Internationale, David Lappartient, che ha immediatamente dato il suo pieno accordo per consentire il Campionato. Noi ci siamo attivati per rendere possibile una manifestazione che coinvolte circa 300 atleti con in palio 44 titoli. Sono contento di poter annunciare che i Campionati si terranno ora in uno dei luoghi simbolo del nostro sport, la «casa» del ciclismo che ospiterà i Campionati del Mondo Junior pochi giorni prima dei Campionati Europei.

A nome della famiglia europea del ciclismo, vorrei ringraziare sinceramente il presidente David Lappartient, per la sua generosità e disponibilità, il sindaco di Aigle, Frédéric Borloz, il cantone di Vaud e il ciclismo svizzero, ma soprattutto tutte le Federazioni nazionali che hanno dovuto modificare i propri piani di viaggio e la logistica, consapevoli tuttavia che questo sarà un evento eccezionale a causa di un caso di forza maggiore. Vorrei anche ringraziare la Federazione Ciclistica Italiana e il suo Presidente Renato Di Rocco, che ha compiuto grandi sforzi per cercare di impedire la chiusura del Velodromo di Montichiari e che parteciperà attivamente all'evento di Aigle fornendo i propri commissari.»