16 Giugno Giu 2018 0959 5 months ago

L’iridato Daniel Babor alla 6 Giorni delle Rose

Il pistard ceco, campione del mondo e d’Europa juniores dello scratch l’anno scorso, parteciperà alla gara internazionale di Fiorenzuola dal 4 al 9 luglio

Babor Scracth Mondiale

Fiorenzuola d'Arda (PC) (16-06) - Da molti anni ormai, la 6 Giorni delle Rose Internazionale di Fiorenzuola è una vetrina importante per i migliori talenti del ciclismo su pista. Anche alla prossima edizione (dal 4 al 9 luglio) saranno al via alcuni dei giovani più interessanti del panorama mondiale, fra cui il ceco Daniel Babor, 19 anni, che lo scorso anno ha vinto il campionato mondiale e quello europeo dello scratch. Una doppietta strepitosa in una gara tradizionalmente difficile da interpretare, ma che Babor dimostra evidentemente di padroneggiare bene, considerando che anche l’anno precedente (2016) era andato vicinissimo alla maglia iridata, classificandosi al secondo posto. La scorsa estate invece ha conquistato il titolo a Montichiari e, dal 4 al 9 luglio, tornerà in Italia per partecipare all’unica gara di Classe 1 Uci che si disputa nel nostro Paese. Domenica 8 luglio inoltre, potrà confrontarsi nello scratch con il campione del mondo Elite dello scratch, il bielorusso Yauheni Karaliok, anche lui tra gli attesi protagonisti.

Babor (classe ’99) parteciperà anche alle prove della classica 6 Giorni a coppie, insieme al connazionale Ludek Lichnovsky (classe ’95), terzo nella classifica finale della 6 Giorni delle Rose 2017, quando corse in coppia con il greco Volikakis.

Oltre a loro due, dalla Repubblica Ceca arriveranno anche l’esperto Jiri Hochmann e Jan Kraus. Hochmann, 32 anni, è stato due volte campione europeo della madison ed è un veterano della manifestazione fiorenzuolana (salì sul terzo gradino del podio nel 2011 e nel 2012): questa sarà la sua decima partecipazione. Kraus, classe ’93, ha già partecipato tre volte alla 6 Giorni delle Rose.