22 Dicembre Dic 2017 1156 4 months ago

Confalonieri-Paternoster stelle di Grenchen

En plein delle azzurre nell’omnium e argento nel madison, Scartezzini terzo nello scratch maschile

Grenchen Madisondonne1

Grenchen (SVI) (21/12) – Le azzurre Maria Giulia Confalonieri e Letizia Paternoster protagoniste in Svizzera nella “Track Cycling Challenge”, manifestazione internazionale Classe 1 UCI. Le due pistard italiane hanno occupato il primo e secondo gradino del podio nell’omnium olimpico e hanno conquistato l’argento nel madison vinto dalle britanniche Manon Lloyd ed Emily Kay.

Madisondonne3

Nella specialità multipla ha cominciato benissimo Maria Giulia Confalonieri vincendo lo scratch davanti a Waldis e Zabelinskaya. Quarta Paternoster. che poi si è aggiudicata la gara a tempo e l’eliminazione con la Confalonieri rispettivamente terza e seconda. Decisiva per la vittoria finale la corsa a punti, dove Maria Giulia è stata abile a guadagnare un giro (20 punti) che l’ha proiettata in testa alla classifica con 143 punti, seguita da Letizia con 126 punti e dalla britannica Kay con 119.

Scratchuomini6

Al via tra gli uomini gli azzurri Michele Scartezzini, Filippo Ferronato, Matteo Donegà, Andrea Toniatti, Luca e Francesco Ceci.

Il miglior piazzamento è stato ottenuto da Michele Scartezzini, terzo nello scratch con i due britannici Matthews Walls ed Etahan Hayter al primo secondo posto. Decimo Filippo Ferronato, 11° Donegà, 16° Toniatti.

Sesto posto dello stesso Scartezzini in coppia con Filippo Ferronato nel madison vinto dagli svizzeri Nico Selenati e Gino Mäder.

Molto bravo Matteo Donegà, quarto nella Corsa a punti vinta dal canadese Jay Lamoureux e quinto nell’omnium vinto dal britannico Ethan Hayter.

Nelle gare veloci apprezzabile l’ottavo posto assoluto di Luca Ceci nella velocità individuale, discreto il 13° di Francesco Ceci nel keirin. Entrambe le gare sono state dominate dal francese Sébastien Vigier.

Per l'occasione la nazionale azzurra era guidata dai collaboratori tecnici Pierangelo Cristini e Fabio Masotti. In allegato i risultati.